La Cellulite o PEFS, ossia Panniculopatia Edemato-Fibro-Sclerotica è un inestetismo provocato dall’alterazione del tessuto sottocutaneo con ipertrofia delle cellule adipose.

Questa alterazione del tessuto sottocutaneo si manifesta con accumuli di adipe localizzati, principalmente su glutei, fianchi e cosce (le cosiddette ‘culotte de cheval’) e colpisce maggiormente le donne.

 

Il nome tecnico Panniculopatia Fibro-Edemato-Sclerotica riassume le tre fasi della cellulite:

 

Edematosa

Fibrosa

Sclerotica

 

Fase Edematosa

Si tratta di un forte ristagno di liquidi e può essere avvertito un senso di pesantezza agli arti inferiori associato a una sensazione di gonfiore riscontrabile anche visivamente.

E’ importante fare esercizi per riattivare la circolazione venosa e linfatica e facilitare lo smaltimento delle scorie. E’ essenziale svolgere un allenamento mirato per impedire il progredire della cellulite e quindi il suo peggioramento.

 

Fase Fibrosa

Nella fase fibrosa gli scambi circolatori si riducono ulteriormente e portano alla comparsa di microgranuli composti da adipociti (cellule di grasso) racchiusi in formazioni di tessuto fibroso.

Al tatto possono essere dolorose e alcune zone possono risultare cianotiche. Le parti colpite assumono il caratteristico aspetto detto a “buccia d’arancia”.

In questo caso è importantissimo intervenire per evitare che tali microgranuli si cronicizzino. Quindi allenamento costante per stimolare la circolazione e aumentare l’afflusso di sangue nei capillari, migliorando così l’ossigenazione delle cellule.

 

Fase Sclerotica

A questo punto la cellulite assume una consistenza piuttosto evidente a causa della presenza di macrogranuli facilmente rivelabili al tatto. La pelle è caratterizzata da rigonfiamenti visibili a occhio nudo.

Con l’allenamento si deve cercare favorire la circolazione e l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

 

 

ALCUNE CAUSE DELLA CELLULITE

Variazioni Ormonali

A causa di un alterato equilibrio di alcuni ormoni, ecco cosa può accadere:

Estrogeni: condizionano la permeabilità della parete dei vasi sanguigni con conseguente riduzione di liquidi e sodio a livello tessutale.

Insulina: favorisce l’azione di accumulo del tessuto adiposo (liposintesi).

Ormone Antidiuretico: favorisce il ristagno negli arti inferiori con conseguente ritenzione idrica.

Cortisolo: favorisce la liposintesi e il ristagno di liquidi.

Ormoni Tiroidei: quando la produzione di questi ormoni è bassa (ipotiroidismo) sono rallentati tutti i processi di metabolizzazione dei grassi.

 

Ecco perché, giustamente, Dave insiste frequentemente sull’importanza della risposta ormonale dei cibi che consumiamo. Le uova sono l’alimento migliore, specie se consumate al mattino. L’insulina stabile non solo favorisce la salute, ma anche permette all’organismo di asciugarsi. In questo modo il sistema linfatico può tornare a svolgere i suoi compiti, eliminando le scorie.

 

Problemi Circolatori

L’essere umano è nato per muoversi. Non esiste crema, trattamento estetico, macchinario capace di curare la cellulite. L’unica vera ‘arma’ contro la cellulite è la Massa Magra. La creazione di Massa Magra. Il muscolo che si sostituisce al grasso, permettendo al sistema circolatorio di tornare a svolgere correttamente il suo lavoro.

 

Stress

Super lavoro, alterazioni del sistema neurovegetativo, iperemotività, insonnia, stati di forte ansia sono tutte turbe che predispongono all’insorgenza della cellulite.

Stati di ansia e agitazione perenni portano a una tensione continua dei muscoli e a un innalzamento dei livelli di cortisolo che a sua volta è un ormone catabolizzante, quindi ingrassante.

 

Abitudini sbagliate

In primis naturalmente fumo, alcol e alimentazione.

 

Disturbi Digestivi

Stipsi, irregolarità intestinali, gonfiore, aerofagia, coliti e così via sono tutte disfunzioni che determinano ristagno di acqua e tossine e che quindi assumono una certa importanza nei processi di formazione della cellulite.

 

 

 

IN CONCLUSIONE

Alcuni possibili interventi estetici da abbinare all’allenamento costante e programmato sono certamente i massaggi, da svolgere anch’essi con regolarità presso il proprio centro estetico di fiducia o a casa propria, avendo però la pazienza di massaggiare almeno 7-10 minuti per gamba partendo dalla caviglia e risalendo piano piano verso i fianchi.

La pressoterapia è un’altra valida alteranativa e ha un’azione fortemente drenante. Le apparecchiature utilizzate, attraverso pressioni dosate ai tessuti, facilitano il drenaggio dei liquidi e attivano la circolazione venosa, liberando così l’ambiente extracellulare dalle scorie. La pressione viene esercitata secondo la sequenza seguita dal sangue venoso e dalla linfa.

 

Ci tengo a ripetere che non esistono prodotti o trattamenti miracolosi capaci di debellare la cellulite in una notte. Alcuni effetti prettamente estetici che possiamo notare dopo l’applicazione di un gel o di una crema non hanno alcuna funzione curativa.

L’obiettivo principale deve essere sempre quello di riattivare il sistema circolatorio e linfatico, favorendo l’eliminazione delle scorie e disinfiammando i tessuti. Che si realizza come sempre con un intervento di allenamento Anaerobico e Aerobico organizzato bene, oltre ad un’alimentazione pulita.

La Consulenza

Se ora vuoi davvero fare un salto di qualità, descrivimi qui la tua situazione attuale e il tuo obiettivo fisico



FacebookInstagramYoutubePassaparolaGoogle

la tua privacy è importante per noi, nessuno dei tuoi dati verrà condiviso con terze parti

Pin It on Pinterest

Shares
Share This