RIVOLUZIONARE CORPO
GODENDOSI LA VITA AL MASSIMO

Tutti sabbiamo che la cipolla è una verdura che fa bene e va mangiata regolarmente. Eppure la cipolla può causare un danno di cui non si parla quasi mai.

 

Lo sapevi che mangiare la cipolla aperta il giorno prima o peggio alcuni giorni prima, è molto dannoso per il nostro corpo?

 

Per arrivarci bisogna fare un passo indietro.

La cipolla è un forte antibatterico e antivirale,
come l’aglio del resto.

Ma per la precisione, questi alimenti non sono anti-niente. Nella pratica questi alimenti ATTIRANO verso di sé batteri e virus. Sono delle vere e proprio calamite per i batteri.

Dunque lasciare una Cipolla aperta, anche per un sola notte, significa farle assorbire tutti i batteri nell’ambiente circostante (compreso se lasciata in frigo).

 

Mangiarla il giorno seguente significa inghiottire tutti questi batteri in un colpo solo

 

causando facilmente intossicazioni batteriche nello stomaco, o problemi di digestione più o meno gravi.

Per la stessa ragione cerco di non mangiare mai cipolla quando vado fuori, dal momento che i locali la tengono già tagliata in grandi quantità per giorni, per la preparazione dei piatti.

 

Esiste una avvenimento piuttosto famoso, del 1919, un anno in cui le influenze uccisero milioni di persone, più di 40 milioni.
Un medico americano in particolare cercò di fare delle indagini sui motivi di questa influenza, tra le famiglie di agricoltori colpiti.

Scoprì che una famiglia era rimasta perfettamente e inspiegabilmente sana.

La madre di famiglia dichiarò semplicemente di aver tenuto sempre delle cipolle aperte per casa.

Il medico, allibito, chiede di esaminare le cipolle al microscopio.
E scoprì che al suo interno queste cipolle stavano trattenendo virus e batteri.

In altre parole, il potere da calamita della cipolla sui batteri aveva agito anche a distanza, semplicemente lasciata aperta in una stanza.

 

Ora, io stesso decisi di fare una prova tempo fa.
Un anno fa circa presi un brutto raffreddore. E’ un evento piuttosto raro per me, negli ultimi anni, perchè mi influenzerò una volta ogni 2-3 anni (i motivi in primis sono una alimentazione differente, periodi di depurazione regolari e acido ascorbico) e non prendo medicinali da anche più anni, quindi decisi di prendere la palla al balzo e provare.

 

La prima notte posizionai una cipolla aperta sul mio comodino accanto a me. Il mattino seguente la camera aveva un forte odore di cipolla (guarda caso!) e il mio raffreddore SEMBRAVA diminuito.

Non sapevo se era vera e propria influenza o solo raffreddore per aver preso freddo in moto. Comunque in seguito durante la giornata mi resi conto di quanto poco mi stavo soffiando il naso.

Ripetei la seconda sera l’esperimento della cipolla sul comodino (per l’infelicità della mia ragazza) e al mattino seguente… il naso era completamente libero.

Tutti sanno che quando arriva un bel raffreddore, il muco nasale non passa in due giorni. I sintomi permangono minimo una settimana e in certi casi di più.

A me passò in 2 giorni.
Non ebbi più modo di riprovare semplicemente perchè non mi sono più ammalato, ma le proprietà e i meccanismi della cipolla sono chiari.

Si possono leggere di altri esperimenti medici che riguardano la cura di malattie più impegnative, come polmoniti ad esempio, sempre con ottimi risultati e miglioramenti in tutti i pazienti.

Bene da ricordare.

 

La Consulenza

Se ora vuoi davvero fare un salto di qualità, descrivimi qui la tua situazione attuale e il tuo obiettivo fisico



la tua privacy è importante per noi, nessuno dei tuoi dati verrà condiviso con terze parti

Pin It on Pinterest

Shares
Share This