Questo è forse uno dei problemi più frequenti nelle persone che decidono di dimagrire.
Ed è anche una delle condizioni più frustranti, perchè ci fa sentire impotenti e psicologicamente deboli. Come se resistere fosse impossibile, pur sapendo che ci stiamo facendo del male:

 

QUANDO NON RIESCI A SMETTERE DI MANGIARE QUALCOSA.

 

Come quando capita con dei cracker, dei crostini, col pane, o i grissini .
Quando ti dici ‘ne mangio solo uno o due” e poi finisci col mangiare tutta la scatola di biscotti. E’ successo a tutti.

La domanda è

 

Come mai succede?

 

Il meccanismo può apparire complicato, ma cerca di seguirmi, perchè se lo capisci lo superi.

1) Innanzitutto l’uomo produce quantità molto basse dell’enzima Dipeptidilpeptidiasi-IV (DPP-IV), ovvero l’enzima necessario per scomporre le proteine Glutine e Caseina (tra parentesi, questo è il motivo del continuo dilagare di intolleranze nel mondo a latte e glutine)

2) Quindi quando mangiamo un cibo con glutine, come le farine o i cereali appunto, la proteina non viene scomposta correttamente, e si formano molecole (polipeptidi) di nome Exorfine.

3) Le Exorfine vengono assorbite dalla mucosa intestinale ad altissima velocità

4) Arrivate al cervello stimolano le nostre Endorfine nello stesso modo in cui lo fanno le comuni droghe. Ovvero, entrano nel cervello dove si legano agli stessi recettori dove si legano gli oppiacei in genere. Stimolando le Endorfine nello stesso modo e dando un senso di piacere momentaneo innaturale.

In altre parole

 

 

ogni cibo che contiene glutine, possiede gli effetti di una droga.
Dipendenza compresa.

 

E non ha nessuna importanza mangiare cereali integrali, a basso indice glicemico o di migliore qualità. Il risultato non cambia.

Mangiare questi cibi continuamente porterà sempre a questi risultati. A volerne di più anche qualche ora dopo, il giorno dopo, la settimana dopo, in un circolo senza fine. Finchè non smetti tu conscientemente.

A tutto questo puoi aggiungere un’altra droga che crea dipendenza nel cervello umano:

lo Zucchero.

Lo Zucchero possiede innumerevoli effetti dannosi, ben oltre il problema della linea, ma il suo primo effetto è sul cervello. Infatti uno degli effetti che non viene di certo diffuso dai produttori di bibite e cibi confezionati, è che lo Zucchero causa nel cervello cambiamenti biochimici che portano all’innalzamento della dopamina.

 

Per quello ci sentiamo ‘bene’ per un po’.
Ma successivamente viene la fase depressiva e di astinenza.

 

Questo succede perchè lo Zucchero fa salire la glicemia alle stelle, il pancreas viene spremuto per produrre più Insulina possibile e raccogliere e immagazzinare gli zuccheri in adipe. Questo super lavoro crea una sensazione di malessere entro breve, richiamando altri zuccheri subito per provare un altro sollievo momentaneo.

 

Questo succede tutti i giorni, a quasi tutte le persone, semplicemente perchè queste informazioni non vengono divulgate apertamente alla massa. Naturalmente in ogni individuo ci sono reazioni più o meno gravi e marcate, ma nei casi peggiori continuare a mangiare per dipendenza porta facilmente a Sindromi metaboliche, Insulino-resistenze, Diabeti, senza considerare che malattie anche più gravi come i tumori si nutrono quasi esclusivamente di zuccheri e di ambienti acidi (lo zucchero ha un ph di 2, l’alimento più acido in assoluto).

 

Per sapere invece cosa puoi mangiare come snack senza crearti problemi di linea e salute leggi anche i 7 Migliori Spuntini che consiglio.

Il cibo ha un influenza sul corpo, ma anche più forte sul cervello.

Ora sai cosa crea la tua dipendenza dal cibo. Se la conosci, la eviti.

 

La Consulenza

Se ora vuoi davvero fare un salto di qualità, descrivimi qui la tua situazione attuale e il tuo obiettivo fisico



FacebookInstagramYoutubePassaparolaGoogle

la tua privacy è importante per noi, nessuno dei tuoi dati verrà condiviso con terze parti

Pin It on Pinterest

Shares
Share This