RIVOLUZIONARE CORPO
GODENDOSI LA VITA AL MASSIMO

Il Sale fa male e non bisogna mai abusarne, giusto?
Certo, ce lo hanno sempre detto.

Ora sto per dirti una cosa che potrebbe mettere a seria prova il tuo sistema di credenze, sei pronto/a?

Il Sale marino Integrale è in assoluto tra i migliori alimenti per la nutrizione umana

Ecco l’ho detto. E non solo.
NON possiamo vivere nemmeno, senza Sale. E neppure con poco Sale.

Certo ci sono alcune cose da sapere prima però. Il problema è che la gente non conosce le differenze enormi che passano attraverso i diversi tipi di Sale (perchè non ci sono state insegnate da nessuno).
La differenza tra usare un tipo di Sale e un altro, fa la differenza pratica tra essere ammalati o sani, ammalarsi o guarire, nel lungo termine.

Il punto è molto semplice:

il nostro Sale da tavola odierno non ha niente a che vedere col vero Sale.

Non c’entra niente. Sono due sostanze diverse. Una sana, l’altra dannosa.

Il Sale da cucina classico è Sale Raffinato. Nella pratica significa che chimicamente è cloruro di sodio PURO, senza tutti gli altri minerali cloruri (come l’importantissimo cloruro di Magnesio ad esempio). Infatti i il Sale Integrale (marino e non) possiede al contrario tutti i minerali (circa 82-84!!!) e in forma altamente biodisponibile per il corpo umano (che non è facile).

Il Sale da cucina classico è una miscela riscaldata a 650 gradi (!!!) che ha perso ogni minerale, e mischiata con altri elementi chimici, additivi e sbiancanti, per ‘ripulirlo’. Una sostanza che il corpo non riconosce. Ed è uno dei motivi principali per cui ogni cibo cosidetto ‘raffinato’ in termini tecnici, è dannoso per noi.

 

Il vero Sale Integrale invece è una composizione di Cloruro di Sodio più 82 oligoelementi fantastici per la salute, delle vere medicine naturali. Il problema è che la raffinazione industriale di questo Sale distrugge completamente tutti gli 82 oligominerali del Sale integrale, rendendolo in pratica un elemento nocivo per l’organismo.

 

BISOGNA ELIMINARE IL SALE! … O FORSE NO

Con la stessa forza con un cui i mass media ci hanno insegnato il Latte fa bene (got milk?), ci hanno inculcato l’idea che il Sale vada bandito, limitato, temuto. E come mai?

Vediamo qualche fatto da vicino.

Di fatto, è stato dimostrato che togliere completamente il Sale, come fanno molte persone oggi, porta a conseguenze disastrose. Abbassando la pressione sanguigna a volte oltre limiti pericolosissimi (e impercepibili). Visto che molte persone hanno la pressione alta, e le ricerche hanno dimostrato che usare poco sale abbassa la pressione, si è pensato ‘ il Sale porta rischi di infarti e problemi cardiaci’. Ma questa è un osservazione superficiale.

 

Il fatto è che NON esiste una ricerca che ufficializzi che il Sale alzi la pressione (puoi fare ricerche), ma solo del contrario (cioè che la sua assenza la abbassa). E’ bene prestare attenzione ai dettagli.
Abbassare la pressione di colpo, e con i sistemi sbagliati (come togliere il sale o le pillole della pressione ad esempio) può portare a danni ben più gravi ,visto che la pressione alta è un tentativo di cura da parte del corpo di altre mancanze, come mancanze alimentari e di certi minerali ad esempio.

 

Non solo.
Addirituttra in uno studio sullo mortalità da problemi cardiaci, il gruppo di controllo a basso regime di sale ebbe una percentuale più alta di decessi per infarto (13%) che il gruppo ad un regime di sale normale-alto (5%). Interessante.

Un altro studio di 8 anni dal sito SaltWorks ha dimostrato addirittura che nella popolazione Newyorkese i casi di morte per attacco cardiaco in individuo a basso regime di Sale  quotidiano, era di 4 volte maggiore degli individui con diete a regime di sodio normale.
Lo stesso ha dovuto dichiarare la American Medical Association, recensendo i dati degli utimi 20 anni sulle proprie sperimentazioni generali sulla mortalità.

Ma il punto rimane che eliminare il Sale tossico raffinato senz’altro abbassa la pressione, ed è benefico dal punto di vista salutare. Ma non sostituirlo con altri Sali sarà di gran lunga più dannoso a lungo termine.

La mancanza di Sodio nell’organismo, in condizioni di alimentazione senza Sale,
è però altrettanto pericolosa

Dal momento che il sodio è letteralmente il minerale più abbondante dell’organismo, una sua assenza sistematica nella dieta porta a patologie pericolose e difficili da riconoscere (due fra tutte la pressione bassa cronica e la demineralizzazione cronica). Inoltre il  Sale Integrale addirittura aiuta il drenaggio dei liquidi trattenuti dal Sale raffinato.

 

 

CONSEGUENZE (ANCHE PSICOLOGICHE) DEL VIVERE SENZA SALE

Nella nostra società vivere senza Sale o usando poco Sale ha portato anche ad alcune conseguenze nascoste.
Ad esempio, crescendo un bambino che è stato svezzato senza assolutamente Sali minerali, è portato inconsciamente a cercare cibi salati (con sale cattivo) come patatine, affettati (pieni di nitriti e nitrati), formaggi stagionati frequentemente, bibite ‘energetiche’ ai sali minerali, e ogni forma di snack commerciali poco sani e soprattutto salati sempre con Sale Raffinato.

Questo di conseguenza porta anche il bambino a non sentire nessun desiderio verso frutta e verdure, e non considerarle psicologicamente nemmeno merende, vista che preferirà sempre questi snack dove può saziare la sua voglia di salato.

Mentre un individuo che è abituato a consumare i suoi pasti principali con Sale integrale sano e senza limitazioni particolari, sentirà sempre soddisfatta la sua voglia istintiva di salato senza particolari problemi.

 

Inoltre continuare a mangiare Sale Raffinato porta in un grave circolo vizioso, perchè

il corpo richiede Sale per avere minerali, e noi gli diamo un Sale senza minerali che non fornisce nessun nutriente

Il corpo non sente soddisfatta la ‘voglia di minerali salini’ e reagisce chiedendo ancora più sale, e questo accade in un loop continuo quotidiano.

Del Sale siamo innamorati dalla nascita, visto che persino nel liquido amniotico sono presenti Acqua e Sali minerali.
Nella nostra psiche più profonda e arcaica risiede il nostro collegamento con l’acqua salata che ci ha dato la vita. Ogni forma di vita viene dal mare (acqua + sale + minerali) e senza questa soluzione basica la vita non sarebbe stata possibile. Il mare, e quindi  l’acqua salata, sono fortemente radicati nella nostra origine e nella nostra evoluzione. Escluderli è dannoso oltre ogni misura.

 

IN CONCLUSIONE

E’ importante capire che le necessità di ogni individuo sono diverse,non esiste una dose uguale per tutti e oguno deve usare quello che sente e che desidera: se si sente voglia di salato NON bisogna limitarsi mentalmente, purchè si consumi il giusto Sale.

C’è chi ne ha bisogno di meno, come chi ha effettivamente una pressione altissima e allora può diminuirlo.
Oppure chi ne ha bisogno di più, come chi è molto stressato e produce in maniera irregolare Cortisolo per gestire il proprio stress, che allora necessiterebbe più Sale per aiutare le ghiandole dell’adrenalina.

O ancora gli sportivi ed atleti, che ne hanno sempre bisogno di integrare con abbondante Sale, per rimpiazzare i Sali e gli elettroliti persi con la sudorazione e il lavoro delle fibre muscolari.

 

Ricorda anche che i cibi cotti richiedono sempre più sale che i cibi crudi, per attivare alcuni enzimi intestinali altrimenti inattivabili (i nostri enzimi funzionano meglio su cibi tendenzialmente crudi, ma il sale ci viene in aiuto in caso di cibi cotti)

In generale, è ideale usarlo sulle verdure, anche per abituare i bambini che che anche le verdure possono essere buone’, e sempre integrale naturalmente. Da aggiungere sempre a piatto ultimato invece che durante la cottura.
Inoltre ogni persona è geneticamente diversa e ha diversi bisogni genetici secondo le proprie caratteristiche.

 

Ma ciò che resta essenziale è il TIPO di Sale che si usa, come abbiamo visto qui.
Molte persone e Clienti mi chiedono spesso qual è il Sale migliore: ce ne sono molti validi, e l’Himalayano è senz’altro il migliore. Ma non significa che sia l’unico, e che bisogna necessariamente spendere tanto per un buon Sale (anche se per il rosa Himalayano vale la pena). Un buon Sale Integrale può anche essere a buon prezzo, l’importante è osservare che non sia mai perfettamente bianco. I veri Sali Integrali hanno sempre un ‘colore’, per cosi dire.

 

Dunque sono qui ancora una volta a ripetere quello che la medicina tradizionale, radicata su vecchi concetti, non vuole o non riesce a dire:

IL SALE NON FA MALE

Solo il Sale cattivo fa male, e nelle quantità sbagliate.
Il Sale integrale  è uno degli elementi indispensabili della vita e alla piena salute umana.

 

 

BIBLIOGRAFIA

Dr.ssa Sabine Eck, testo Il Pasto Crudo
Dr Mercola, Articoli e Testi
Charles Poliquin, Articoli e Testi

 

La Consulenza

Se ora vuoi davvero fare un salto di qualità, descrivimi qui la tua situazione attuale e il tuo obiettivo fisico



la tua privacy è importante per noi, nessuno dei tuoi dati verrà condiviso con terze parti

Pin It on Pinterest

Shares
Share This