TU, SENZA LIMITI

Tutti conoscono il significato di Allenamento, ma nella pratica in cosa consiste?

​Vediamo il lessico utilizzato per indicare i diversi elementi dell’Allenamento:

​DISTRETTI MUSCOLARI 

Il corpo generalmente si allena ‘a zone’, detti anche Distretti Muscolari. Ovvero ci si concentra su un muscolo specifico, si allena completamente, e poi si passa a un altro.
E’ importante che questo concetto non ti dia la falsa idea i muscoli si possono ‘isolare’.

NON si può MAI isolare completamente un muscolo,

impedendo a tutti gli altri di intervenire.

Il corpo umano, quando compie un movimento, lo compie sempre come un organismo completo.
Tuttavia, per non complicarti le idee, sappi semplicemente che si può porre l’attenzione su UN muscolo specifico alla volta, facendo esercizi specifici che lo fanno intervenire maggiormente degli altri.

ESERCIZIO

Per allenare un muscolo specifico, diciamo il Bicipite, ci sono dei movimenti precisi che appunto lo ‘isolano’ il più possibile. Questi movimenti sono gli Esercizi appunto.
Gli Esercizi possono essere mono-articolari, se lavorano su una sola articolazione specifica (come Bicipiti con manubri ad esempio).
Oppure possono essere multi-articolare, se coinvolgono diverse articolazioni in movimenti più complessi (come una Trazione alla sbarra)
E’ fondamentale che un Esercizio sia funzionale biomeccanicamente. Cosa significa?
Significa che sia un movimento naturale per come è strutturato corpo. Questo ci previene dagli infortuni e fa lavorare il muscolo al meglio.
Gli esercizi possono essere a corpo libero, oppure con manubri, macchine e attrezzi in generale.

RIPETIZIONI O REPS

La Ripetizione è UN movimento completo di un esercizio.
Semplice.
E’ composta dalla fase concentrica, ovvero quando si contrae il muscolo, e della fase eccentrica quando si torna alla posizione di partenza. Esiste anche una terza fase, chiamata isometrica, che vedremo meglio nell’articolo a lei dedicato.
Questo è forse l’elemento più importante per un neofita. Perchè il suo scopo primario è concentrarsi su una Esecuzione del Movimento perfetta.
Questo accellererà i risultati, eviterà infortuni e gli permetterà di salire con i carichi più velocemente.

SERIE O SETS

La Serie è un insieme di ripetizioni, eseguite in modo continuo e senza pause.

RIPOSI

Sono i tempi di pausa tra una Serie e l’altra.
Sono importantissimi e variano a seconda dell’obiettivo specifico dell’allenamento che si sta facendo.

​RECUPERI 

Sono i giorni di recupero tra gli Allenamenti.
Infatti una delle domande più frequenti di chi inizia è proprio è ‘Se mi sono allenato oggi, tra quanti giorni mi devo allenare di nuovo?’
Generalmente i neofiti tornano tranquillamente il giorno dopo. Che è l’unica cosa da non fare.
Non allenare due giorni di seguito lo stesso muscolo.
Questa è uno dei parametri fondamentali dell’allenamento se si vuole migliorare (Principio fisiologico dell’Uso/Non Uso).

Infatti il corpo non migliora quando lo alleniamo.

Il corpo si tonifica, cresce e migliora quando riposa.

Prova a vedere l’allenamento come una ‘distruzione’ delle tue fibre muscolari. Durante il tuo Recupero i tuoi muscoli si ricostruiranno. E si ricostruiranno più forti, perché hanno l’ordine biologico di farsi trovare pronti la prossima volta che incontreranno uno sforzo simile.
Anche dei Recuperi naturalmente parleremo più approfonditamente in altri articoli.

CICLIZZAZIONE 

Una tipologia di allenamento (il mix tra set/reps/esercizi…) non si può mantenere per sempre.
Anche se un allenamento ti piace e funziona per te, viene il momento in cui bisogna cambiarlo. Purtroppo.
Infatti il corpo si abitua sempre a uno sforzo, e l’unico modo di impedirgli di abituarsi è di cambiare tipo di allenamento periodicamente.
Da qui il termine Ciclizzazione.
Proprio perché si strutturano dei Periodi/Cicli di Forza Massimale, cicli di Massa, Cicli di Rapidità, ecc ecc.  Oppure si mantiene lo stesso obiettivo del ciclo, e si cambia solo la struttura dell’allenamento. Oppure semplicemente si sale con l’Intensità, ovvero rendendo più difficoltosi tutti i parametri visti prima (aumentare Serie, diminuire Riposi, etc)
Tecnicamente quando la forza si stabilizza e non si riesce più a migliorare, si chiama Plateu di Forza.
Quando avviene, è il momento di cambiare qualche parametro, per superare il Plateu e andare oltre i propri limiti.
Ma con questo ultimo elemento entriamo già in un territorio di principi avanzati.
Ciò che conta innanzitutto è conoscere il significato questi elementi base.
 

Pin It on Pinterest

Shares
Share This