TU, SENZA LIMITI

Non so voi, ma io ho passato queste ultime vacanze di Natale mangiando e bevendo no-limits.

Beh senza esagerare mai veramente (non come negli anni del liceo diciamo) però abbastanza da non rinunciare mai a un bicchiere di vino a pasto, panini, pane, farine, dolcetti, liquori etc etc… oltre diminuire vorticosamente frutti e verdure naturalmente. Ma sopratutto, senza seguire il Piano alimentare che so funzionare per me da ormai qualche anno.
 

 
E ho fatto tutto questo per 2 settimane no-stop.

Il risultato a fine vacanze era evidente. Pancia gonfia, appannato, sopratutto in tutta la zona del core, o centro del corpo. Spesso con mal di testa, spesso stanco. Al punto che il 6 gennaio ho avuto un’idea geniale: mi scatterò una foto.

E l’ho fatto

trasformazione-dave-gamba1

Per quanto non stia troppo male naturalmente, sono comunque peggiorato notevolmente dalla mia forma solita. Dunque ho deciso che avrei monitorato quanto tempo ci avrei messo a tornare in una forma ’decente’. E nonostante dopo 2 settimane avrei già potuto scattarmi la foto, ho deciso di aspettare un’altra settimana per fare ancora qualche passo avanti.

Quello che ho fatto in quelle 3 settimane successive non è stato fisica nucleare. Ho semplicemente ri-applicato le mie abitudini classiche di sempre, quello che so funzionare per certo. E non sono di certo mancati gli sgarri. Ho fatto giornata anche con pizze, fritti, indiano. Ma rigorosamente nei miei giorni liberi (fondamentali).
 

 
Quello che cerco sempre di trasmettere ai miei clienti online è esattamente questo: NON si tratta di seguire una dieta rigida e proibitiva (e non sicuramente per tutta la vita), si tratta solo ed esclusivamente di cambiare abitudini. Questa è la vera difficoltà da affrontare. Per il resto, i miei Piani alimentari sono elastici e permettono ampia libertà di scelta. Ma cambiare alcune poche abitudini quotidiane è quello che fa sempre la differenza più grande. Per la mente e per il corpo.

Ma dopo 3 settimane, come è andata quindi? Beh anche se non nella forma ideale ancora, senz’altro in una forma decente, sopratutto considerando che è stato fatto in poco tempo.

trasformazione-dave-gamba2

Ora naturalmente l’obiettivo è andare avanti a migliorare. Ma il punto è che piccoli cambiamenti nella scelta dei cibi, e senza particolari rinunce o diete ‘da fame’, possono avere un impatto ENORME sul nostro fisico. Di fatto io mangio a sazietà per ogni pasto, mangio quando ho fame e mi godo piatti che ti piacciono. Quindi alle persone che spesso mi chiedono se c’è un trucco (io di solito rispondo sempre che non ci sono trucchi) potrei dire che quello che funziona è l’ABITUDINE. Fare tutti i giorni una o più cose ‘giuste’ invece che ‘sbagliate’, in automatico senza pensare. O finchè non diventa un automatismo.

Non si tratta di essere de santi in alimentazione (altrimenti io sarei squalificato da ogni classifica), si tratta di applicare poche cose che si conoscono funzionare per sè. Questo è il trucco.
 

 
Quando il corpo riceve ciò di cui ha bisogno e ricava energia dagli alimenti corretti, non vede il motivo di accumulare scorie. E quando si segue abbastanza a lungo questa strada, il corpo è in grado si superare gli ‘sgarri’ facilmente e senza conseguenze. E’ proprio semplice così.
 

 
PS.
Ricorda che non tutti siamo fatti per mangiare le stesse cose, ognuno ha delle differenze individuali importanti, che determinano le quantità dei diversi cibi che dovremmo mangiare. Se vuoi saperne di più compila anche il Questionario alla mia Pagina di Nutrizione.

PPS. Ah si, ho bevuto altro alcol in queste 3 settimane, per consumare il vino avanzato da Natale.
Era un peccato buttarlo.
 

 

banner-dieta-personalizzata-davegamba-personal trainer2
 

Pin It on Pinterest

Shares
Share This